menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro Marrucino: prosa da urlo, già pronta la stagione lirica

Archiviata una stagione di successo, la deputazione è al lavoro per reperire tutti i fondi necessari per il 2016/2017. Ma il calendario della Lirica è pronto con Puccini, Verdi e Salieri

Si è chiusa con successo la stagione di prosa 2016 del teatro Marrucino, che ha proposto al pubblico un cartellone ricco di appuntamenti imperdibili, nomi importanti del teatro italiano e classici intramontabili della letteratura europea. Una media di 2000 spettatori per il cartellone allestito dalla deputazione teatrale assieme all’Asc Abruzzo.

Sul palco spettacoli adatti tanto al pubblico più affezionato ai classici tanto a quello più esigente con Aggiungi un posto a tavola della Compagnia dell’Alba, una straordinaria Giuliana De Sio ha portato in scena il dramma della follia, raccontato nel testo di Annibale Ruccello Notturno di donna con ospiti. Massimo Venturiello e Tosca hanno regalato al pubblico del Marrucino una brillante trasposizione teatrale della famosissima pellicola di Charlie Chaplin Il grande dittatore, adattandola per il palcoscenico mentre due grandi interpreti del teatro italiano, Andrea Giordana e Geppy Gleijeses hanno affrontato un classico della letteratura italiana con Il Bugiardo di Carlo Goldoni. La stagione si è conclusa con due grandi capolavori della letteratura europea, Il malato immaginario di Molière, con la regia di Ugo Chiti e I Duellanti di Joseph Conrad con Alessio Boni e Marcello Prayer. 

Mentre si stanno per concludere il teatro ragazzi e il dialettale - questa sera, venerdì 29 aprile, va in scena il penultimo spettacolo della rassegna, “La speranze è l'uteme a murì” della compania I Marrucini - il teatro ha già pronto il cartellone di Lirica per la prossima stagione, diretta anche quest'anno dal Maestro Ettore Pellegrino. “Porteremo in scena grandi titoli del repertorio operistico italiano – ha spiegato quest’ultimo - proponendo tre capolavori differenti per stili ed epoche, che tracciano un itinerario nella storia dell’opera lirica italiana, passando dal gusto tardo barocco e classico a quello romantico, fino ad arrivare alla scrittura più moderna. Saranno in cartellone La Traviata di Giuseppe Verdi (14 e 16 ottobre) affidata alla bacchetta di Nicola Paszkowski e alla regia di Michele Mirabella, La scuola de’ gelosi di Antonio Salieri (20 novembre) in coproduzione con la Fondazione Pergolesi-Spontini di Jesi e l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino e Tosca di Giacomo Puccini (9 e 11 dicembre) che sarà firmata alla regia del grande Giancarlo del Monaco mentre, a dirigere l’orchestra, ci sarà il Maestro Davide Crescenzi”.

Le Orchestre a cui saranno affidate le tre opere sono L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, in collaborazione con il Teatro Marrucino, per la Traviata, l’Orchestra I Virtuosi Italiani di Verona per La Scuola de’ gelosi e la Fondazione Orchestra Regionale delle Marche per la Tosca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento