rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Teateservizi, il tribunale accoglie un'altra richiesta di proroga: all'esame gli ultimi bilanci

Il tribunale di Chieti ha disposto il rinvio (a settembre) dell'udienza prefallimentare per la società partecipata del Comune di Chieti

Nuovo rinvio, dopo quello di due mesi fa, del processo prefallimentare di Teateservizi, la società partecipata del Comune di Chieti che si occupa della riscossione dei tributi, gestione dei parcheggi a pagamento e dei servizi cimiteriali.

Il tribunale di Chieti oggi ha accolto una richiesta di proroga e deciso il rinvio al 22 settembre dell'udienza prefallimentare rimettendo in istruttoria il procedimento per consentire al liquidatore Luca Di Iorio e al suo staff di accertare la situazione economica, finanziaria e patrimoniale di Teateservizi e di predisporre gli ultimi tre bilanci.

Queste le parole di Di Iorio dopo l’udienza di oggi, raccolte dall’Ansa: "C'è un atto di indirizzo chiaro e vincolante per noi, che è il Consiglio comunale, di predisporre un concordato preventivo, stiamo lavorando anche per questo motivo".  

Per accedere al concordato preventivo è necessario che siano approvati i tre bilanci precedenti. "Questo – prosegue Di Iorio - è il motivo per cui la società, soprattutto perché in gioco ci sono oltre 40 famiglie, non ha ritenuto di rischiare di depositare un'istanza di concordato preventivo, proprio perché poteva esserci il rischio che, mancando i bilanci del 2019, del 2020 e del 2021, la società venisse dichiarata fallita. La difficoltà di controllare i bilanci è che dall'analisi dei conti, purtroppo, stanno emergendo dei dubbi che in qualche modo ci richiedono di verificare con massima attenzione, nell'interesse dei creditori, del Comune e del Tribunale, accertare quella che è la situazione. Perché i conti, così come appaiono, in realtà, non necessariamente sono utili a dare una rappresentazione corretta e veritiera della situazione aziendale". 

Il sostituto procuratore della Repubblica Giuseppe Falasca insiste per la richiesta di fallimento della società partecipata e ha depositato una memoria. Una ipotesi, questa del fallimento, che il Comune di Chieti sta cercando di scongiurare in tutti i modi. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teateservizi, il tribunale accoglie un'altra richiesta di proroga: all'esame gli ultimi bilanci

ChietiToday è in caricamento