menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teateservizi, i sindacati minacciano proteste: “Accordi non rispettati”

Le sigle sindacali denunciano la mancata assunzione dei vincitori di concorso e il mancato pagamento degli stipendi mensili

“Gli stipendi non sono stati pagati, delle trasformazioni a tempo indeterminato nessuna traccia. Domani sera in assemblea, se non avremo risposte, sicuramente decideremo per eventuali forme di mobilitazione”. A parlare sono i sindacati Cgil fp, Cisl fp, Confsal Fenal in relazione alla situazione di Teateservizi. Per domani, alle 16, attraverso una lettera indirizzata all’amministratore unico di Teateservizi, Giovanni D’Amico, le tre sigle sindacali hanno convocato un’assemblea in cui si discuterà della non avvenuta assunzione a tempo indeterminato dei vincitori di concorso (n. 18 unità) e della mancata erogazione delle spettanze mensili dovute ai lavoratori.

“Noi come parti sindacali abbiamo provveduto a fare tutto il possibile. Sulla stabilizzazione dei precari abbiamo accordo sindacale con tanto di parere legale sulla fattibilità della trasformazione dei 18 dipendenti. Il percorso oltretutto garantirebbe benefici in termini economici per Teateservizi e il socio unico. Per il resto del personale si può procedere attraverso avvisi pubblici. Ad oggi però - dicono i rappresentanti sindacali . non abbiamo risposte. La situazione è grave ed è certificata dal fatto che non sono ancora stati pagati gli stipendi del mese”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento