rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Teate Servizi si blocca, i parenti tumulano le salme al cimitero

Lunedì dipendenti a casa per un disguido burocratico che non ha consentito di versare gli stipendi in tempo. E per la sepoltura delle quattro salme nell'obitorio di Sant'Anna sono arrivati i dipendenti del settore Ville e giardini, aiutati dai parenti dei defunti

Se già non basta il dolore del lutto a rendere terribile la giornata del funerale del proprio caro, ci si mettono anche i disservizi burocratici ad aggravare lo stato d’animo chi piange un congiunto. È quel che è accaduto lunedì nel cimitero di Sant’Anna, dove gli operai della Teate Servizi addetti, fra l’altro, alle tumulazioni, non erano in servizio perché un disguido burocratico non ha permesso di versare in banca gli stipendi a 40 addetti e i soldi sono arrivati soltanto lunedì. Così il 3 marzo gli uffici di via Vicoli sono rimasti chiusi e i lavoratori sono rimasti a casa forzatamente.

Ma in quella giornata nell’obitorio di Sant’Anna cerano quattro salme pronte da tumulare, senza nessuno che se ne potesse occupare. Impossibile rinviare il servizio, la furia dei parenti, già atterriti dal dolore, non sono rimaste inascoltate.

Al cimitero sono arrivati lavoratori di un altro settore, Ville e giardini, prestati occasionalmente al servizio tumulazioni. All’operazione hanno partecipato anche i parenti, che non potevano sopportare che i loro cari restassero privi, anche per un solo giorno, di una degna sepoltura.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teate Servizi si blocca, i parenti tumulano le salme al cimitero

ChietiToday è in caricamento