rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Guerra dei taxi, il sindaco Di Primio scrive nuovamente a D'Alfonso

L'ultima lettera lo scorso 11 dicembre, dopo una riunione disertata dagli altri sindaci

L'ultimo capitolo dell'infinita "guerra dei taxi" all'aeroporto d'Abruzzo era stato un incontro, convocato dal sindaco Umberto Di Primio l'11 dicembre scorso, risultato infruttuoso per l'assenza degli altri primi cittadini d'Abruzzo. Dopo quel vertice fallito, il sindaco di Chieti aveva scritto alla Regione, per chiedere di intervenire rapidamente con il regolamento sulla definizione degli stalli per evitare ulteriori problemi fra i tassisti di Chieti e Pescara. 

A gennaio, poi, c'era stata un'altra riunione in Regione, a cui aveva partecipato l'assessore Carla Di Biase. Ma da allora, nulla è cambiato. Così oggi (lunedì 4 aprile), Di Primio ha nuovamente indirizzato al presidente Luciano D'Alfonso una richiesta per un incontro "per dare soluzone alla questione taxi". "Non ti nascondo - scrive il sindaco al governatore - che provo imbarazzo per una situazione che, non esagero, ha del surreale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra dei taxi, il sindaco Di Primio scrive nuovamente a D'Alfonso

ChietiToday è in caricamento