Cronaca

A Furci vince il popolo: il Tar annulla l'autorizzazione alla discarica nelle campagne

Una proposta, quella di realizzare una discarica nelle campagne, partita oltre 15 anni fa e che da sempre ha visto l'opposizione compatta dei cittadini e delle amministrazioni che si sono succedute

Il Tar dell’Aquila ha accolto il ricorso del Comune di Furci annullando la realizzazione di una discarica da 150.000 metri cubi nelle campagne del Medio Vastese. Contro l'Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dalla Regione per una nuova discarica di rifiuti non pericolosi si erano scagliati il sindaco di Furci Angelo Marchione insieme al Comitato difesa comprensorio del vastese, alla Soa e al Forum H2O, ma la proposta di realizzare una discarica nelle campagne, partita nel 2005, ha da sempre ha visto l'opposizione compatta dei cittadini e delle amministrazioni che si sono succedute alla guida del Paese. 

"La nostra comunità – commenta il sindaco Marchione oggi all'Adnkronos - consegue una vittoria cruciale contro un progetto assolutamente incompatibile con il nostro paesaggio, le produzioni agricole di qualità e con il torrente Cena, già sottoposto a troppe pressioni. Ha vinto la nostra tenacia. Dall'inizio era evidente che non vi fossero i presupposti tecnici e procedurali per dare l'ok al progetto che invece è arrivato dopo una conferenza dei servizi durante la quale tanti sindaci del territorio avevano espresso nettamente il proprio dissenso. Appelli e motivazioni rimasti inascoltati. Ringrazio  i 28 sindaci e le amministrazioni dei Comuni del comprensorio che, insieme al Consiglio comunale di Furci, in questi anni hanno partecipato alla mobilitazione e  tutti i cittadini che dal 2005 ci hanno creduto e hanno contribuito alla causa anche solo apponendo una firma".

Il ricorso è stato depositato dal Comune di Furci attraverso l'avvocato Herbert Simone. Ora l’auspicio è che non vi sia un ricorso al Consiglio di Stato per un progetto ideato oltre 15 anni fa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Furci vince il popolo: il Tar annulla l'autorizzazione alla discarica nelle campagne

ChietiToday è in caricamento