rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Tangenti alimenti per l'infanzia: l'inchiesta scattata per molestie sessuali

Il primario del reparto di neonatologia del policlinico di Chieti era sottoposto a intercettazioni ambientali per presunte molestie sessuali alle mamme che accompagnavano i loro figli alle visite

L'inchiesta per corruzione che ha portato agli arresti domiciliari il professor Giuseppe Sabatino, 64 anni, di origini calabresi ma da anni residente a Chieti sarebbe scaturita da intercettazioni ambientali cui era sottoposto il primario del reparto di neonatologia del policlinico di Chieti per presunte molestie sessuali alle mamme che accompagnavano i loro figli alle visite.

Oltre alla corruzione, il sostituto procuratore Lucia Campo ha ipotizzato per il primario anche il reato di violenza sessuale.

Questa mattina i Nas di Pescara hanno arrestato il primario universitario assieme a quattro informatori medico scientifici, indagati con il medico per corruzione e che lavorano per due società estranee alla vicenda.

Le somme promesse e in parte consegnate ammontano complessivamente a 20.000 euro. Secondo l'accusa avrebbero consegnato le somme di denaro a Sabatino affinchè questi prescrivesse latte e integratori alimentari prodotti dalle case per cui lavoravano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti alimenti per l'infanzia: l'inchiesta scattata per molestie sessuali

ChietiToday è in caricamento