Lanciano, tamponamento in centro finisce a pugni e calci

Due uomini dopo un lieve incidente d'auto avvenuto nella notte di Halloween hanno iniziato a picchiarsi in maniera violenta. Uno di loro è finito in Ospedale: ora è in prognosi riservata; entrambi sono stati denunciati

Ospedale Renzetti di Lanciano

Erano alticci e, dopo un piccolo tamponamento, avvenuto nel centro storico di Lanciano durante la notte di Halloween, hanno cominciato ad aggredirsi dando vita a una rissa con tanto di calci e pugni.

I due automobilisti, un ventenne di Lanciano e un 44enne di Ortona sono venuti alle mani. L'ortonese ha avuto la peggio: ora è ricoverato in prognosi riservata al nosocomio dell'Aquila. Il lancianese è stato denunciato a piede libero per lesioni aggravate e, insieme al 44enne, per guida in stato di ebbrezza: dalle analisi effettuate, infatti, è risultato che entrambi gli uomini erano visibilmente ubriachi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I FATTI Erano le 3,30 quando le macchine dei due si sono scontrate nella zona delle Torri Montanare a Lanciano. Nessuno di loro ha riportato danni nell'impatto ma, una volta scesi dalle rispettive vetture, i due hanno iniziato a litigare, e in poco tempo, a darsele di santa ragione. A quel punto i residenti della zona hanno chiamato il 112, che è intervenuto con una pattuglia del Nor dei Carabinieri. I militari dell'Arma hanno a loro volta chiesto l'arrivo di un'ambulanza per trasportare il 44enne di Ortona all'ospedale Renzetti di Lanciano, con un sospetto trauma alla testa. Da lì, il ferito è stato dirottato all'ospedale dell'Aquila per accertamenti. Sull'episodio indagano ora i Carabinieri, coordinati dal capitano Massimo Capobianco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi in Abruzzo: ci sono 78 nuovi casi

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

  • Coronavirus, morte altre 13 persone: ci sono anche due teatini e due uomini della provincia

Torna su
ChietiToday è in caricamento