rotate-mobile
Cronaca Chieti Scalo

Taglio dei pini, Di Paolo presenta un ordine del giorno sugli alberi monumentali

Inevitabile l'abbattimento delle piante in piazzale Marconi per motivi di sicurezza, ma il consigliere invita il consiglio a tutelare il patrimonio arboreo della città per evitare tagli indiscriminati per far posto a cantieri

C’era da aspettarsi che il taglio di due pini in piazzale Marconi, seppure pericolosi perché colpiti da una patologia delle piante, non passasse inosservato. E dopo le proteste dei cittadini, insorge il consigliere comunale Marco Di Paolo, che pochi giorni fa ha presentato un ordine del giorno che invita a rispettare la nuova disposizione di legge sulla definizione giuridica di “albero monumentale”.

Non si è scatenata la stessa lotta che l’anno scorso ha difeso la quercia secolare al Tricalle, anche perché i due pini di fronte alla stazione andavano necessariamente tagliati.

“Ma resta il fatto – dice Di Paolo – che grazie alla nuova disposizione di legge e con il censimento delle specie arboree della città che ho richiesto, in futuro non potranno più accadere scempi come nel passato, con alberi tagliati selvaggiamente per far posto a nuove costruzioni”.

L’obiettivo del consigliere è che il consiglio comunale voti all’unanimità l’ordine del giorno che permetterà a Chieti di rispettare l’ambiente, perché non si ripetano più tagli indiscriminati che in passato hanno lasciato attoniti cittadini e associazioni ambientaliste. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio dei pini, Di Paolo presenta un ordine del giorno sugli alberi monumentali

ChietiToday è in caricamento