menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
un albero crollato mesi fa in via della Liberazione

un albero crollato mesi fa in via della Liberazione

Taglio di alberi in via della Liberazione, il Wwf: "Periodo assolutamente inadatto"

In corso l'intervento in centro città, l'associazione chiede all'amministrazione comunale di ripiantare nuove essenze sulla stessa via

È in corso in questi giorni il taglio di una serie di grandi alberi in via della Liberazione. Quindici acacie affette da "seccume all'interno del tronco" e quindi "malate", come ha fatto sapere il Comune che è intervenuto per lo stesso motivo anche in via Ricci e in via De Virgiliis.

Il Wwf però sottolinea che nella gran parte dei casi sono gli interventi di errata manutenzione, come le potature mal eseguite, le capitozzature, i danni all’apparato radicale durante i lavori, l'incuria a compromettere la salute delle piante in contesti urbani. "Quelli tagliati in via della Liberazione - fa presente l'associazione - sono alberi a rapida crescita e oggi generalmente considerati di non particolare pregio che comunque nel periodo di fioritura rivestono notevole importanza per le api; si tratta infatti di piante mellifere che hanno inoltre anche un ruolo notevole per migliorare l’ambiente urbano. In ogni caso il taglio sta avvenendo in un periodo assolutamente inadatto per simili interventi: siamo in primavera, nel pieno della stagione riproduttiva di tantissimi uccelli, molti dei quali certamente avranno visto i loro nidi impietosamente gettati a terra".

Nel ribadire che l’alberatura urbana è indispensabile, perché contribuise anche alla buona qualità dell’aria, il Wwf invita l’amministrazione municipale "a sostituire gli alberi sacrificati con nuove essenze, nello stesso viale oggi impoverito e in numero maggiore di quelli tagliati, nell’interesse della cittadinanza tutta, e che in futuro anche le potature non vengano effettuate in periodi di ripresa vegetativa e di riproduzione dell’avifauna".

Sulla stessa via, negli ultimi mesi, sono crollati due alberi, per fortuna senza conseguenze sui passanti: il primo a settembre scorso nel cortile degli uffici dell'Agenzia del Territorio, l'altro a gennaio scorso a causa del peso della neve.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento