rotate-mobile
Cronaca Vasto

Posti letto al San Pio di Vasto, Flacco: "Nuova organizzazione degli spazi, nessuna penalizzazione"

La direzione taglia 15 posti letto all'ospedale di Vasto accorpando alcuni reparti. Il direttore aziendale rassicura e illustra le modifiche ma c'è chi, come il presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Forte, medita denuncia nei confronti della Asl

"Non è in atto alcuna manovra che mortifica l’ospedale di Vasto, né di riduzione dell’assistenza, perciò chi denuncia inesistenti situazioni di spoliazioni dice il falso o semplicemente fa demagogia". Il direttore sanitario aziendale, Pasquale Flacco, interviene in merito alla notizia sulle imminenti riduzioni di posti letto all'ospedale di Vasto.  "Il San Pio - precisa Flacco - come gli altri presidi, deve adeguarsi ai parametri indicati nella recente normativa emanata dal Governo: qui sono stati attribuiti 20 posti letto di lungodegenza, a fronte dei 6 preesistenti, per migliorare la risposta alle esigenze di salute di una popolazione sempre più anziana che affolla il territorio di riferimento. Sarà potenziata, dunque, l’assistenza rivolta a una fascia di popolazione che esprime una domanda in forte crescita, Si tratta, dunque, di istituire una nuova unità operativa negli spazi che abbiamo a disposizione, senza sacrificare le attività ma dimensionando i servizi in base alle reali necessità espresse dall’utenza".

Per questa ragione il dottor Flacco spiega che l’area lasciata libera dalla Neurologia sarà associata alla Medicina. Stesso ragionamento per la Nefrologia, che sarà associata alla Geriatria; invece la Gastroenterologia, sarà aggregata a Chirurgia

"Tutte le azioni messe in campo sono state condivise con la Direzione sanitaria di presidio e con i primari del San Pio, che non hanno subito alcuna decisione presa dai vertici, ma compreso la necessità di mettere in atto interventi di riorganizzazione necessari al migliore svolgimento delle attività. Si tratta – conclude Flacco -  di una allocazione diversa dei servizi che non configura né un ridimensionamento né una dequalificazione".

Eppure non la pensa così il presidente del Consiglio Comunale di Vasto, Giuseppe Forte, che starebbe meditando di denunciare la Asl per interruzione di pubblico servizio a Nefrologia. "L’ospedale di Vasto è stato privato dell’intero reparto di Nefrologia e d’ora in avanti all’interno di quella struttura vi saranno solo 4 posti letto per consentire la dialisi -  dichiara Forte - E’ sconcertante apprendere dei nuovi accorpamenti tra i reparti - decisi dalla direzione centrale della Asl  Lanciano-Vasto-Chieti - che offendono la dignità dei medici e privano il nostro presidio sanitario di servizi rispondenti alle effettive esigenze dei cittadini che vivono ed operano in questo territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posti letto al San Pio di Vasto, Flacco: "Nuova organizzazione degli spazi, nessuna penalizzazione"

ChietiToday è in caricamento