Cronaca

Switch off: arriva il digitale terrestre ed è corsa all'acquisto del decoder

In città i lavori per lo spegnimento dei canali analogici sono iniziati e da una settimana i teatini si adeguano. Ma pochi sanno come far funzionare il decoder e chiedono l'assistenza dei commessi dei negozi di elettronica

Sono iniziati oggi nel capoluogo i lavori per lo switch off. Nei prossimi giorni toccherà ad Atessa, Francavilla al Mare, Ortona, Lanciano, Guardiagrele, San Giovanni Teatino e a seguire fino al 18 maggio quando i canali analogici saranno definitivamente spenti anche a Vasto, San Salvo e Casalbordino. 

Ma come hanno preso questa novità i cittadini? Ad eccezione di qualcuno già preparato all’avvento del digitale, la maggior parte è corsa ai ripari negli ultimi giorni. Da Mediaworld, il negozio di elettronica più grande in città, la corsa all’acquisto del decoder è cominciata più o meno sette giorni fa ed ha avuto il suo apice nel fine settimana

Ma, come spiega uno dei dipendenti del negozio: “Questo switch off mette a dura prova la pazienza dei commessi”. In molti, infatti, sono totalmente impreparati allo spegnimento dell’analogico. “Tanti risolvono il problema comprando un televisore di ultima generazione – spiega il commesso – ma qualcuno acquista il decoder. La metà, però, non sa neppure come attaccare i fili al televisore e come usarlo. Noi cerchiamo di dare una mano spiegando cosa fare”. 

Sono soprattutto gli anziani ad avere problemi con il nuovo apparecchio: non hanno idea di come vada collegato allo schermo e temono di confondersi con due telecomandi. Così si affidano a chi ne sa più di loro con molte domande: “Non sempre però riusciamo ad aiutarli”, continua il commesso. Nonostante la poca dimestichezza tecnologica, i più anziani sembrano informati su come ottenere il contributo per l’acquisto scontato di un decoder: “Le persone sopra i 65 anni con un reddito massimo di 10 mila euro all’anno e in regola con il pagamento del canone Rai hanno diritto a 50 euro da spendere per il digitale terrestre. Molti sanno di poterne usufruire”. 

Chi ancora non si è organizzato per lo switch off e approfitta delle offerte dell’ultimo minuto, deve fare attenzione alle truffe. “Il prezzo di un decoder parte dai 20 euro – precisa ancora il commesso di Mediaworld – e può salire per apparecchi che tengono meglio il segnale o in cui si può inserire la tessera di Mediaset Premium, per esempio”. Insomma, a patto di capire come collegare l’apparecchio per vedere i canali digitali al televisore, ce n’è per tutte le tasche e per tutti i gusti. 

Ma oggi in città si registrano non pochi disagi. Da questa mattina il segnale digitale va e viene, costringendo al nero tutti gli schermi televisivi a Chieti. Ma i tecnici rassicurano: “E’ questione di qualche giorno, presto i canali digitali funzioneranno a dovere”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Switch off: arriva il digitale terrestre ed è corsa all'acquisto del decoder

ChietiToday è in caricamento