rotate-mobile
Cronaca Casoli

Casoli: tentano di rubare materiale ferroso, un arresto

Tre uomini ieri pomeriggio hanno ripulito un opificio dismesso di alluminio e altro materiale, caricandolo su un autocarro. Ma il proprietario ha dato l'allarme e i carabinieri hanno sventato il furto. Un romeno di 33 anni sarà processato per direttissima, uno di 24 è stato denunciato

Furto sventato ieri pomeriggio (giovedì 30 gennaio) a Casoli, quando tre malviventi hanno tentato di portare via materiale ferroso in un opificio ormai in disuso. I carabinieri della stazione locale sono riusciti a fermare in flagranza di reato i ladri e uno di loro è stato arrestato per tentato furto aggravato, mentre un complice è già stato individuato.

In manette è finito un cittadino romeno di 33 anni, in Italia senza fissa dimora. Identificato un connazionale di 28 ani, residente a Francavilla al Mare, già noto alle forze dell’ordine: per lui solo una denuncia, sempre per tentato furto aggravato.

A lanciare l’allarme il proprietario dell’opificio, che si è accorto di quei tre uomini che caricavano su un autocarro le finestre di alluminio dello stabilimento e altro materiale ferroso appena smontato. Non era la prima volta che subiva furti del genere, così, appena ha sentito rumori sospetti, ha allertato il 112.

E subito è intervenuta una macchina dei carabinieri impegnata in un controllo del territorio, servizio intensificato negli ultimi mesi vista la frequenza di furti di rame. I militari hanno impedito ai malviventi di fuggire con la refurtiva.

L’autocarro era quasi pieno, nascosto in un altro capannone dell’opificio in modo da nasconderlo a chiunque passasse per strada. L’arrestato ha trascorso la notte in una camera di sicurezza della caserma di Casoli, questa mattina (venerdì 31 gennaio) sarà processato per direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casoli: tentano di rubare materiale ferroso, un arresto

ChietiToday è in caricamento