Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Nuovo blitz dei Nas: nel mirino tre studi di tatuaggi

Due attività sospese, un'altra chiusa perchè l'operatore era totalmente sprovvisto della qualifica prevista

I carabinieri del Nas di Pescara hanno controllato circa venti operatori tra tatuatori e piercer in tutto l'Abruzzo. Le ispezioni hanno comportato sanzioni e chiusure.

A Sambuceto e a Pescara due attività sono state sottoposte a provvedimento sospensivo, disposto dall'autorità sanitaria, poiché mancavano autorizzazione e parere igienico sanitario.
Un altro operatore della provincia di Chieti è stato segnalato per la chiusura dell'esercizio perchè totalmente sprovvisto della qualifica prevista.

Infine, sono state contestate sette violazioni per uso di attrezzature e pigmenti non conformi al codice del consumo. Fra gli aspetti oggetto delle verifiche dei Nas, il possesso dei requisiti, come la Segnalazione Certificata di Inizio Attività, il parere igienico sanitario della Asl, la scheda cliente e le informazioni che devono essere fornite circa i potenziali rischi per la salute derivanti da tatuaggi e piercing.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo blitz dei Nas: nel mirino tre studi di tatuaggi

ChietiToday è in caricamento