menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vasto, studenti del liceo Mattioli premiati al concorso di scienze

Vincono Francesca Benedetto, Alessia De Nobile e Diego Menna, con un progetto coordinato dalla docente Rosa Lo Sasso

Gli studenti del polo liceale Mattioli di Vasto sono stati premiati al concorso nazionale I giovani e le scienze, che si è tenuto a MIlano dal 9 all'11 aprile scorsi, con il progetto "Bip, bip, biiii... stacchiamo la spina ai tumori", coordinato dalla docente Rosa Lo Sasso. I vincitori sono Francesca Benedetto, Alessia De Nobile e Diego Menna, che si sono aggiudicati la partecipazione a Expo Sciences, che si terrà a Bruxelles l'anno prossimo. 

Il concorso promuove e valorizza le competenze e le potenzialità scientifiche e tecnologiche delle ragazze e ragazzi d’Italia che frequentano le scuole superiori di secondo grado. Concretamente, l’iniziativa valorizza i collegamenti della Fast innanzitutto con la Direzione generale ricerca della Commissione europea, che promuove annualmente Eucys (European Union Contest for Young Scientist), il concorso per i giovani scienziati voluto dalle istituzioni comunitarie (Parlamento, Consiglio, Commissione) e dagli Stati membri. Contemporaneamente Fast ha sottoscritto intese a livello internazionale con le più importanti organizzazioni che condividono le stesse finalità. Grazie a tali relazioni, il progetto I giovani e le scienze si caratterizza come passaggio obbligato per selezionare gli studenti delle superiori che vanno a rappresentare l’Italia nelle principali competizioni e nelle più accreditate manifestazioni mondiali in tutte le discipline scientifiche.

Le proposte valutate dalla giuria sono state 284, frutto degli sforzi di 538 autori. Dopo una prima selezione i contributi sono diventati 66. La giuria ha scelto 29 progetti realizzati da 73 studenti italiani, provenienti da 12 regioni, più tre progetti provenienti da Olanda, Spagna, e Messico. 

L’idea progettuale di Francesca, Diego e Alessia nasce dall’incontro con una brillante ricercatrice del Consorzio di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri Sud”, Gaia Fabrizio, già allieva del Mattioli, avvenuta nel corso dell’edizione 2014 del Festival della Scienza Ad/ventura. Le sue scoperte, recentemente (2015) pubblicate sulla prestigiosa rivista “Cellular and Molecular Life Science”, di alto impatto per la comunità scientifica internazionale, coinvolgono e appassionano talmente i tre giovani, da indurli ad approfondire la tematica e a chiedere ed ottenere dalla Fabrizio di affiancarla nel suo lavoro di ricerca che oggi si svolge all'università d'Annunzio di Chieti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento