Consigliere aggiunto universitario: gli studenti dicono sì

Tricarico, presidente della Consulta, e Di Lanzo, rappresentante in Cda, plaudono alla proposta della capogruppo Pd Zappalorto

Gli studenti universitari dicono sì alla proposta della capogruppo Pd in consiglio comunale di istituire un consigliere aggiunto che rappresenti gli universitari. 

Alfonso Tricarico, Presidente della Consulta degli Studenti, che solo pochi giorni fa, durante l'inaugurazione dell'anno accademico della d'Annunzio, era stato appladutissimo nel suo appello alle istituzioni a prendere un impegno concreto, plaude all'idea di Zappalorto: "Come presidente della Consulta degli studenti e come rappresentante di 360 Gradi - dice - sono orgoglioso del fatto che il mio discorso all'inaugurazione dell'anno accademico abbia colpito qualcuno e che qualcosa cominci a muoversi. Per noi studenti è un enorme passo in avanti ma anche per la città che, come enunciato nel discorso, ha poca consapevolezza dell'importanza di avere un ateneo con quasi 30mila studenti. È quindi il primo segno tangibile di una città che comincia a mettere anche gli studenti al centro della vita cittadina; un primo esempio di sinergia tra Comune e studenti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dice sì all'idea di un consigliere aggiunto in rappresentanza della popolazione universitaria anche Alessio Di Lanzo, rappresentante degli studenti in Consiglio di Amministrazione: "Vedere che finalmente qualcuno in consiglio comunale si faccia carico delle problematiche degli studenti - commenta - non puó che farci piacere. È il primo segno di una nuova volontà, quella di rendere Chieti una città più vivibile per gli studenti, una 'città universitaria'. Era da tempo che auspicavamo una soluzione del genere, già applicata in altri atenei Italiani, per il bene degli studenti e di una città che scopre come questi siano una risorsa per la Città e non un peso. Adesso speriamo che questa proposta passi in consiglio comunale e che anche a Pescara si intraprenda un discorso simile."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: inizia lo spoglio a Chieti

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Il Comune di Atessa assume 5 impiegati a tempo indeterminato: bando e scadenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento