menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studentessa colpita da meningite ancora in prognosi riservata

Intanto i primi esami eseguiti sembrerebbero escludere che si tratti di meningite di tipo meningococcico, 15 persone in profilassi antibiotica

Resta sotto osservazione nella Clinica di Malattie infettive del policlinico di Chieti, diretta dal professor Jacopo Vecchiet, la studentessa universitaria colpita da meningite: le sue condizioni sono stazionarie e la prognosi resta riservata. E' quanto afferma la Asl nell'ultimo bollettino.

La ragazza, universitaria fuorisede, è finita in ospedale due giorni fa dopo che le coinquiline, trovandola in uno stato di semi incoscienza, hanno allertato il 118.

Da allora quindici persone che erano entrate in contatto con la giovane sono state sottoposte in via precauzionale a terapia antibiotica.

Intanto i primi esami eseguiti sui campioni biologici della studentessa sembrerebbero escludere che si tratti di meningite di tipo meningococcico, l'unica trasmissibile per via aerea tra adulti. "Va sottolineato - si legge in una nota della Asl - che i primi sintomi dovrebbero comparire entro 48 ore da un eventuale contagio (la ragazza è uscita di casa l'ultima volta sabato scorso) e, al momento, non risultano altri casi segnalati. Un campione è stato inviato anche all'Istituto superiore di sanità a cui è stato segnalato il caso e che farà, come di prassi, un ulteriore riscontro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento