Cronaca

"Alcuni commercianti non si arrendono!", continua la lotta per il rilancio

CasaPound torna ad affiggere striscioni in città per sostenere i commercianti e ribadire l'importanza della battaglia per il rilancio del commercio

"Alcuni commercianti non si arrendono!" è il testo degli striscioni affissi dai militanti di CasaPound Chieti nella notte davanti alle sedi del Comune in piazza Valignani sia di fronte agli uffici a Chieti Scalo. "Un gesto doveroso" - afferma Francesco Lapenna, responsabile cittadino del movimento e commerciante di via Toppi - per ricordare ad un'amministrazione comunale immobile e inconcludente che la battaglia per il rilancio del commercio cittadino è di fondamentale importanza per la sopravvivenza di Chieti e dei suoi cittadini.

Dopo la prima azione shock con cui denunciammo la morte prossima delle attività commerciali cittadine affigendo dei cappi sulle serrande dei negozi - prosegue la nota di CPI - "vogliamo dare un segnale di continuità a questa lotta sacrosanta che, fortunatamente, ha già cominciato a smuovere le coscienze di molti teatini e ricordare a tutti che CasaPound e i suoi militanti saranno sempre in prima linea, nel pubblico o nel privato, per ridare a Chieti la dignità che merita".

Tutto questo alla vigilia del faccia a faccia in piazza Vico fra mondo del commercio/imprenditoria e istituzioni, per chiedere a queste ultime impegni precisi per risolevvare l'economia teatina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Alcuni commercianti non si arrendono!", continua la lotta per il rilancio

ChietiToday è in caricamento