Stoccaggio e trasporto dell'olio d'oliva senza autorizzazioni, sequestrati quasi 2 mila chilogrammi

La titolare dell'oleificio è stata diffidata a rimuovere le non conformità riscontrate nei serbatoi

Ammonta a 1.880 chilogrammi il sequestro cautelativo sanitario di olio extravergine di oliva di produzione greca operato dai carabinieri del Nas di Pescara nel corso di servizi opportunamente pianificati nel settore degli oli vergini di oliva svolti in collaborazione col dipartimento dell’ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla legale rappresentante dell’oleificio in provincia di Chieti (di cui i militari non hanno diffuso il nome), tra l’altro risultato privo dei requisiti minimi di igiene e strutturali, sono stati contestati lo stoccaggio dell’olio extravergine in serbatoi mancanti delle necessarie certificazioni, nonché il trasporto dell’olio in veicoli mai registrati alla competente Asl. Per ultimo, la titolare è stata diffidata per rimuovere le non conformità riscontrate.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • I benefici del fitwalking, la camminata veloce che fa perdere peso

  • SpaceX sui cieli di Chieti: emozione per il lancio della navicella nello spazio

  • Ex carabiniere ucciso con tre colpi di pistola: caccia all'assassino e al complice che l'ha aiutato a fuggire

Torna su
ChietiToday è in caricamento