rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Centro

Ragazza morta in casa, l'autopsia: fatale patologia congenita

Stefania Capodifoglia, la ragazza di 24 anni di Chieti trovata senza vita mercoledì mattina in casa dai genitori sarebbe morta nel sonno. venerdì 12 dicembre i funerali a Sant'Agostino

E' stata una patologia congenita cardiaca e non la dieta, come qualcuno aveva ipotizzato in un primo momento, a provocare la morte di Stefania Capodifoglia, la ragazza di 24 anni di Chieti trovata senza vita mercoledì mattina in casa dai genitori.

La conferma è arrivata ieri sera dopo l'autopsia eseguita in ospedale dal medico legale Cristian D'Ovidio su disposizione del procuratore della Repubblica di Chieti Lucia Campo che archivierà l'inchiesta contro ignoti per omicidio colposo aperta in un primo momento, quando si era ipotizzato che a causare il decesso potesse essere stata anche la cura dimagrante a cui la ragazza si era sottoposta e che le aveva fatto perdere parecchi chili.

La camera ardente resterà fino a questo pomeriggio nell'obitorio del SS. Annunziata. Alle 16 invece l'ultimo caro saluto a Stefania sarà nella chiesa di Sant'Agostino dove la ragazza frequentava gli scout ed era catechista.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza morta in casa, l'autopsia: fatale patologia congenita

ChietiToday è in caricamento