menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riparato lo sfregio al Villaggio Celdit: la statua di Padre Pio è tornata al suo posto

Domani, prima della piccola cerimonia di benedizione da parte del parroco di San Pio X, i residenti incontreranno il sindaco per affrontare insieme i problemi del quartiere

L’orribile sfregio di un mese fa al Villaggio Celdit, quando venne decapitata la statua di Padre Pio, dedicata alla memoria di Alfredo D’Elia, è stato risanato. Ieri (venerdì 25 novembre), al posto di quella distrutta è stata posizionata una nuova statua con l’effigie del santo di Pietrelcina e una protezione in marmo, donata dalla Padre Pio. L’installazione verrà benedetta domani (domenica 27 novembre), intorno alle 12.45 da don Mauro Palmieri, parroco di San Pio X. 

La piccola cerimonia sarà anche l’occasione per un incontro sui problemi del popoloso quartiere Villaggio Celdit. A partire dalle 11, i residenti si raduneranno per affrontare, con il sindaco Umberto Di Primio e alcuni assessori, i disagi più evidenti della zona. 

In particolare, tra i temi da affrontare c’è la condizione delle palazzine di edilizia popolare, per cui è già stata presentata un’interrogazione al sindaco, firmata dal consigliere Alessandro Marzoli (Pd). Altro nodo che dura da tempo è un tombino in via Bosio, che perde acqua da tempo immemore. 

I residenti chiedono anche che la pista di pattinaggio tra via d’Annunzio e via Lalli, oggi abbandonata, venga convertita in orto sociali e propongono la nascita di un comitato di quartiere, per aiutare i più bisognosi e collaborare con le associazioni del territorio. 

L’obiettivo dell’incontro, spiegano gli organizzatori, è quello di “far riacquistare al quartiere un’identità e un’integrità perse nel tempo”. Nessuna gerarchia, né propaganda, ma solo la voglia di collaborazione di privati cittadini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento