Stati generali della protezione civile regionale il 18 giugno e il 2 luglio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il 18 giugno e 2 luglio presso l'Auditorium Ance dell'Aquila e l'Aurum di Pescara, dalle ore 10, si terranno i primi Stati Generali della Protezione Civile Regionale. I due eventi vogliono caratterizzarsi come momento positivo di dialogo per contribuire a costruire un sistema regionale di Protezione Civile unitario e come punto di partenza per una programmazione condivisa delle azioni da intraprendere insieme agli enti locali.

Dopo i saluti istituzionali di Mario Mazzocca, Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo con delega alla Protezione Civile, di Emidio Primavera, Direttore del Dipartimento Opere Pubbliche della Regione Abruzzo, e Silvio Liberatore, Responsabile Sala Operativa Regionale, i progetti saranno illustrati dal docente dell'Università di Teramo e Presidente dello spin off universitario Cisrem Christian Corsi, da Elisa Antonioni e Marianna Belfatto di Sinergie Education. A seguire, si svolgeranno i tavoli di lavoro che coinvolgeranno complessivamente 150 rappresentanti di organizzazioni e gruppi di Protezione Civile tra Chieti e Pescara, coordinati da Lina Gwozdz e Andrea Merlino.

"Si tratta di una sfida significativa - ha osservato Mazzocca - L'Abruzzo è all'avanguardia in Italia sotto il profilo della prevenzione ma vuole ulteriormente migliorare nelle relazioni con il sistema e i cittadini. Gli Stati Generali segnano una novità assoluta che aiuta a confrontarsi per valutare in quali ambiti bisogna migliorare la nostra azione, per capire con quali linguaggi dobbiamo comunicare e in quale direzione promuovere gli sforzi".

Obiettivi sono quelli di costruire e formare un sistema coeso di Protezione Civile, in grado di comunicare in modo efficace con le organizzazioni e i gruppi che compongono la struttura abruzzese e, al contempo, individuare strumenti ed azioni per aumentare la capacità di penetrazione nell'opinione pubblica regionale e quella di resilienza delle città abruzzesi anche attraverso la selezione e formazione di un gruppo di volontari che possa trasferire su territorio competenze ed esperienze, favorendo il dialogo con la sala centrale della PC Regionale. Per la prima volta la Regione Abruzzo struttura un percorso organico di comunicazione e formazione, affidato rispettivamente all'Università di Teramo, allo spin off Cisrem e alla società di formazione Sinergie Education. I progetti in tal senso contengono molti elementi innovativi e muovono da una premessa doverosa: la necessità di rendere omogenei azioni e comportamenti.

Forte dell'esperienza accumulata anche nella gestione dell'emergenza con il sisma del 2009, il sistema regionale si sta caratterizzando per azioni di comunicazione incisive con l'ausilio di nuovi strumenti idonei alla diffusione di informative di protezione civile. Enti e cittadini, ad esempio, possono scaricare gratuitamente "Allarmeteo", l'App per dispositivi mobili già disponibile negli store ufficiali e che rende l'utente parte attiva: quando si troverà a transitare in un'area in cui è in corso o è prevista una criticità, vedrà apparire sul proprio telefonino un avviso che lo informerà dell'evento in atto, consigliandolo sulle norme di comportamento più adeguate.

Torna su
ChietiToday è in caricamento