rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Più di 100 chiamate al giorno a ex moglie e figlia con minacce di morte: scatta il divieto di avvicinamento

Lo stalking è iniziato dopo la separazione, ma secondo quanto raccontato dalla donna alla polizia, in passato c'erano stati episodi di violenza fisica

Dopo la separazione della moglie, ha iniziato a perseguitarla, arrivando anche a più di 100 telefonate al giorno, durante le quali la minacciava in maniera grave. E, quando la ex non rispondeva al telefono, chiamava in maniera ossessiva la figlia minorenne, con lo stesso intento. 

Ora, un uomo di 44 anni domiciliato in provincia dell'Aquila non potrà più avvicinarsi a nessuna delle due: l'ordinanza gli è stata disposta dagli agenti della squadra mobile della questura di Chieti. È indagato per stalking nei confronti di ex moglie e figlia, entrambe residenti in città. 

Le indagini sono state condotte dalla seconda sezione della mobile, specializzata per i reati contro la persona, in particolare quelli commessi a danno di minori e fasce deboli. Le investigazioni hanno ricostruito che l'uomo, da ottobre dell'anno scorso, ha iniziato a vessare la donna, arrivando a 130 chiamate al giorno, facendo poi lo stesso con la figlia. La vittima ha raccontato agli agenti un passato da incubo, fatto anche di violenza fisica, già denunciata in passato. In più, dalle registrazioni delle telefonate, è emersa la continua e perdurante denigrazione della ex moglie e le minacce, anche gravi e di morte, pronunciate nei suoi confronti.

Così, su richiesta del sostituto procuratore Anna Lucia Campo, il gip Luca De Ninis ha emesso il provvedimento di divieto di avvicinamento al luogo in cui vivono ex moglie e figlia, con l'obbligo di mantenersi a una distanza di almeno 300 metri. In più, ha disposto anche il divieto di avvicinamento a tutti luoghi frequentati dalle due donne a qualsiasi titolo, nonché il divieto di comunicazione con qualunque mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 100 chiamate al giorno a ex moglie e figlia con minacce di morte: scatta il divieto di avvicinamento

ChietiToday è in caricamento