Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Minaccia moglie e suoceri in un locale: teatino arrestato per stalking

L'uomo, 35 anni, non si era rassegnato alla fine del suo matrimonio rendendo la vita impossibile alla moglie con telefonate, appostamenti, minacce per l'affidamento dei figli. In un'occasione le aveva anche messo le mani addosso

Ancora un arresto per stalking in città. Questa volta è finito ai domiciliari un 35enne residente nel capoluogo teatino, V.G., con l’accusa di atti persecutori e lesioni aggravate nei confronti della moglie, dalla quale è in corso di separazione.

La denuncia della vittima risale a un mese fa. L’uomo, che non accettava la fine del suo matrimonio, si è reso autore di terribili atti intimidatori nei confronti della donna: dalle minacce via telefono alla prospettiva di gravi conseguenze se non avesse ottenuto l’affidamento dei figli. Secondo la ricostruzione della polizia inoltre, era abitudine del 35enne pedinare ed entrare frequentemente nell’abitazione della donna, dalla quale una volta ha sottratto l’album di matrimonio gettando le foto vicino alla scuola di uno dei figli minori; in un altro raptus di follia ha raggiunto la donna in un locale pubblico, dove era in compagnia dei suoi genitori, con l’intento di aggredirli. E in un’occasione è riuscito davvero a metterle le mani addosso, causandole lesioni guaribili in dieci giorni.

Una brutta storia sulla quale la Squadra Mobile di Chieti è intervenuta su disposizione del Gip, il dottor Di Geronimo, e su richiesta della Procura di Chieti. L’uomo non potrà più avvicinarsi a quella che ormai è la sua ex moglie.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia moglie e suoceri in un locale: teatino arrestato per stalking

ChietiToday è in caricamento