menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Persecuzioni e minacce alla ex moglie, scatta il divieto di avvicinamento

Per mesi un 60enne teatino seguiva e pedinava la moglie, con l'obiettivo di chiederle sempre più soldi. Ora non può più neppure contattarla per telefono

Per mesi ha perseguitato la ex moglie, che già lo manteneva, per chiederle continuamente soldi. Mesi di inseguimenti, pedinamenti, attese sotto casa della donna. Finché lei, esasperata, non ha chiesto aiuto. A quel punto, è scattato il divieto di avvicinamento nei confronti di un 60enne teatino disoccupato. 

Come ricostruisce il quotidiano Il Centro, l'uomo da tempo perseguitava l'ex compagna con richieste di denaro pressanti. Finché, nel mese di aprile, una sera, non ha iniziato a molestarla attaccandosi al citofono di casa sua, senza desistere dal suo intento, tanto che la vittima è stata costretta a chiamare le forze dell'ordine. 

Ora, grazie al provvedimento, l'uomo non solo non può avvicinarsi alla ex, ma neppure contattarla per telefono. Se lo violasse, scatterebbero gli arresti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento