rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Sicurezza stadio Angelini: "Il derby contro il Teramo si farà"

Il sindaco dopo una riunione tecnica rassicura i tifosi, spiegando che prima del derby di domenica prossima saranno terminati i lavori sulle norme antincendio. Secondo le norme si dovrebbe ricostruire la recinzione sei metri distante rispetto alla posizione attuale

“Il derby contro il Teramo si giocherà”. È categorico il sindaco Umberto Di Primio dopo la riunione tecnica sulla sicurezza dello stadio Angelini, un tema caldo che già nella partita di domenica scorsa contro l’Arzanese aveva ridotto ad appena mille i 5mila posti dello stadio su disposizione dei vigili del fuoco, responsabili della sicurezza dell’impianto, lasciando fuori parecchi tifosi.

Il sindaco ha riunito i dirigenti dei settori competenti, gli assessori comunali ai Lavori pubblici e allo Sport, la comandante della polizia locale e i responsabili della Chieti calcio e ha rassicurato che prima della data del match, fissato per domenica prossima (23 febbraio) saranno terminati i lavori sulle norme antincendio. “Mercoledì ci sarà una commissione per i pubblici spettacoli alla quale presenzierò personalmente e giovedì si riunirà il Gos”.

È sereno, Di Primio, nonostante le dure reazioni dei tifosi della curva Volpi dopo il provvedimento che domenica scorsa ha lasciato tutti a bocca aperta e la notizia del rinvio a giudizio per omessa richiesta del certificato di prevenzione antincendio.

A far scattare le misure di sicurezza mettendo a rischio il derby – che pare dovrebbe disputarsi ugualmente secondo le rassicurazioni del primo cittadino – è un pilastro dell’Angelini che sorge a meno di 6 metri dalla recinzione: il che, secondo le norme di sicurezza, renderebbe poco agevole l’uscita dei tifosi. Così il Comune dovrebbe spostare di 6 metri il muro di cinta per ottenere tutti i certificati di sicurezza, con una spesa notevole: soldi che non ha.

Il malumore serpeggia non solo fra gli ultras, che hanno diffuso un volantino durissimo contro quel che è accaduto, ma anche fra i vertici della Chieti calcio. Tanto più che in passato l’Angelini ha ospitato incontri ben più affollati di pubblico di Chieti-Arzanese e all’epoca il pilastro della discordia non sembra aver generato grossi problemi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stadio Angelini: "Il derby contro il Teramo si farà"

ChietiToday è in caricamento