rotate-mobile
Cronaca

Le 'strane' spese alla Provincia di Chieti: le indagini della Finanza

Contributi non versati all'Inpdap, cene e gioielli acquistati con la carta dell'Ente e 40 mila euro spesi da vari gruppi consiliari. Spese non rendicontate effettuate prevalentemente durante la gestione Coletti

La Guardia di Finanza indaga su una serie di spese ‘strane’ effettuate dall’amministrazione provinciale di Chieti tra il 2005 e il 2012.

L’indagine era partita mesi fa per far luce sulle inadempienze amministrative della giunta Coletti su Inpdap e Irap, segnalate da un esposto anonimo, e su altri contributi Irap e Inps non versati ai lavoratori per un totale di quasi 5 milioni di euro.

Nel mirino dei finanzieri poi sono finite anche quelle spese definite 'non istituzionali' ed effettuate  dall’amministrazione Coletti. Con la carta di credito dell’ente, e quindi con soldi pubblici, sarebbero stati acquistati infatti lingotti d’oro, cene e smartphone di ultima generazione. L’ex presidente avrebbe così speso circa 10 mila euro, i suoi collaboratori 4 mila, mentre undici gruppi politici avrebbero speso, sempre per fini altri, i 40 mila euro complessivi messi a disposizione dal 2007 al 2009.

L’ex presidente Coletti smentisce dicendo che era tutto in regola e di aver acquistato solo delle ‘presentose’ per alcuni ospiti stranieri”. Ma tutte queste spese in realtà non sono state rendicontate. Adesso la relazione dei finanzieri è al vaglio della Procura della Repubblica di Chieti.

Quanto all’Irap, l’attuale presidente Di Giuseppantonio ha fatto sapere che l’Ente ha provveduto versare all’Agenzia delle Entrate una parte del milione e trecentomila di arretrati contestato, circa 800 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le 'strane' spese alla Provincia di Chieti: le indagini della Finanza

ChietiToday è in caricamento