Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Spedizione punitiva contro un giovane dopo la rissa, in tre ai domiciliari

Agli arresti F.D.R., 36 anni. P.D.R., 38, che appartengono a una famglia rom, e M.C., 26 anni di Castel Frentano, imparentati tra loro. Aggredirono la loro vittima per vendetta

Sono finiti ai domiciliari i tre uomini che lo scorso 26 giugno, a Castel Frentano, picchiarono con una mazza da baseball un giovane. L'aggressione era scaturita da una rissa avvenuta la sera precedente, per futili motivi, quando in tre finirono all'ospedale, così come i tre arrestati oggi. Per vendetta, fu organizzata una spedizione punitiva nei confronti di A.C., 25 anni, di Castel Frentano, aggredito all'esterno di un bar. 

Ora ai domiciliari sono finiti F.D.R., 36 anni. P.D.R., 38, che appartengono a una famglia rom, e M.C., 26 anni di Castel Frentano, tutti imparentati. Sono accusati di lesioni personali gravi con l’aggravante della premeditazione e dell’uso delle armi.

A.C., arrestato per la rissa del sabato sera, era appena stato scarcerato dopo la convalida dell'arresto. I tre lo incontrarono fuori dal bar, lo fecero cadere a terra con un colpo alla nuca, continuando a colpirlo anche mentre era a terra. Riuscito a fuggire, aveva chiamato il 118. Una volta soccorso, era stato ricoverato nel reparto di Neurologia, con una frattura di 25 giorni, per la frattura dell'osso parietale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spedizione punitiva contro un giovane dopo la rissa, in tre ai domiciliari

ChietiToday è in caricamento