rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca

Ore di angoscia anche a Chieti per Yelfri, il cuoco ferito con tre colpi di pistola mentre era al lavoro

La famiglia vive a Chieti dove il ragazzo si allena con una società di pugilistica. Il giovane è stato operato due volte per l'estrazione dei proiettili. I fatti ieri a Pescara: un 29enne è stato arrestato per tentato omicidio

Sono ore di angoscia anche a Chieti per le sorti di Yelfri Rosado Guzman, il cuoco di 23 anni ferito con tre colpi di pistola ieri all’ora di pranzo nel risto-bar di Pescara dove lavora, dalla mano impazzita di un 29enne – arrestato qualche ora dopo –  che era in attesa di mangiare una seconda porzione di arrosticini.

Yelfri, di origini dominicane, aveva raggiunto qualche anno fa la madre a Chieti, dove oggi vive con la sua famiglia. 

Ieri mattina, come faceva ogni giorno da più di due anni, da qui era partito in autobus per raggiungere il locale "Casa Rustì" nella centralissima piazza Salotto. L'aggressore, stanco di attendere il servizio, gli ha sparato a ripetizione e ha continuato anche quando, colpito, il giovane era già a terra sul pavimento del locale, dietro al bancone.

Ad agire, riferisce il Pescara.it, è stato un 29enne di Montesilvano tornato dall'estero. L’uomo è stato fermato e arrestato nel pomeriggio di ieri in autostrada, nelle Marche, con l'accusa di tentato omicidio: stava fuggendo a bordo di un taxi quando è stato raggiunto dagli uomini della volante e la squadra mobile alla stazione di servizio di Metauro, addosso aveva una pistola semiautomatica. Ora è in carcere a Pesaro.

Yelfri, un passato da pugile che lo aveva portato a vincere il campionato regionale welter, gli allenamenti in una società pugilistica di Chieti, un figlio di 2 anni e tanta voglia di lavorare, prima in un vivaio, poi da Casa Rustì, come racconta il titolare Christian Fedele, che in queste ore è in costante contatto con la madre del ragazzo. “È un bravo ragazzo, un gran lavoratore” ripete.

Il 23enne versa in gravi condizioni: è ricoverato in prognosi riservata nella Rianimazione dell'ospedale di Pescara dopo essere stato sottoposto a un doppio intervento chirurgico, al torace e alla schiena,  per la rimozione dei proiettili.

Sono ore di preghiera e di speranza per le sorti di questo giovane che ieri stava semplicemente svolgendo il suo lavoro. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ore di angoscia anche a Chieti per Yelfri, il cuoco ferito con tre colpi di pistola mentre era al lavoro

ChietiToday è in caricamento