rotate-mobile
Cronaca

Preparavano l'assalto con le auto rubate nel Chietino, poi la sparatoria davanti al cimitero: un morto

Scene da Far West a Cesinali, in Campania. Ad allertare le questure di Avellino e di Foggia è stata la squadra mobile di Chieti, che aveva fornito il numero delle targhe delle vetture coinvolte

Scene da Far West ieri sera a Cesinali, piccolo centro alle porte di Avellino, dove in un confilitto a fuoco tra le forze dell'ordine e una banda di rapinatori un uomo è rimasto ucciso.

Come riporta AvellinoToday, la sparatoria è avvenuta a un posto di blocco. Sei le persone a bordo di un furgone e di due auto, una Jeep e una Panda: la banda era sotto monitoraggio della squadra mobile di Chieti, che ha allertato le questure di Avellino e Foggia fornendo il numero di targa delle vetture coinvolte e risultate rubate in provincia di Chieti.

I soggetti, originari della provincia di Foggia, erano in zona per mettere a segno un colpo con assalto a un portavalori dell'istituto di vigilanza Cosmopol di Avellino. Per questo motivo avrebbero cosparso il manto stradale di chiodi. 

Intorno alle 20.30 sono stati intercettati sulla strada provinciale nel territorio di Cesinali e all'alt degli agenti hanno risposto sparando. Ne è seguito un conflitto a fuoco nel quale uno dei malviventi ha perso la vita ed è stato abbandonato in auto dai suoi compagni che sono fuggiti. Un altro è rimasto ferito. Tre dei presunti rapinatori sono stati condotti in questura e identificati. Le indagini sono in corso per identificare gli altri complici della banda.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preparavano l'assalto con le auto rubate nel Chietino, poi la sparatoria davanti al cimitero: un morto

ChietiToday è in caricamento