menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccia ai ragazzini alla villa comunale tramite whatsapp: arrestato grazie al cane antidroga

E’ stato un agente a quattro zampe ad aiutare la polizia ad arrestare S.S., ventiduenne del capoluogo teatino, che riforniva marijuana a giovani dai 16 ai 20 anni

Spacciava ai ragazzini dai 16 ai 20 anni attraverso messaggi whatsapp, lo faceva alla Villa Comunale,  era un punto di riferimento per una settantina di giovani consumatori di marijuana. 

E’ stato un agente a quattro zampe ad aiutare la polizia ad arrestare  S.S.,  ventiduenne del capoluogo teatino, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

E’ stato infatti il fiuto di un cane antidroga a scovare sul fondo di un armadio nell'abitazione del giovane, 450 grammi di marijuana, 21 dosi già pronte per lo spaccio, un bilancino di precisione e 475 Euro. 

Questo è l’epilogo della vicenda ma gli agenti della squadra mobile della questura, tramite appostamenti, erano da tempo sulle tracce dello spacciatore e ne tenevano d’occhio le attività a seguito di diverse segnalazioni.  Attività che come detto, si svolgevano nel principale parco cittadino.

Ieri pomeriggio i poliziotti sono intervenuti, alla loro vista S.S. ha cercato di disfarsi di un involucro contenente 5 dosi di marijuna (2,6 grammi). Il ragazzo è stato fermato, perquisito,  posto in arresto e poi condotto nel carcere di Chieti. Con lui c’era una ragazza di 18 anni, denunciata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I dettagli dell’operazione sono stati forniti questa mattina in Questura, nel corso di una conferenza stampa, dal capo della squadra mobile, Miriam D’Anastasio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento