Cronaca Vacri

“Boutique” dello spaccio in paese, incastrati dal fiuto dei cani: due arresti

I carabinieri della stazione di Bucchianico, dopo alcune segnalazioni, sono intervenuti in un'abitazione del centro di Vacri. I due hanno continuato a spacciare anche dopo gli arresti

Hanno continuato a spacciare anche dopo l’arresto e ora rischiano qualcosa in più dei domiciliari i due soggetti fermati l’altra sera a Vacri dai carabinieri della stazione di Bucchianico. G.U. 30enne di Larino e F.C. 44enne napoletano, sono stati infatti arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’abitazione che condividevano nel centro di Vacri si era trasformata in una ‘boutique’ dello spaccio: il continuo andirivieni da quella casa in pieno centro non era passato inosservato a una comunità di appena 1600 abitanti. Questo è bastato per mettere in moto i carabinieri i quali, dopo una breve indagine, hanno chiesto alla Procura della Repubblica di Chieti un decreto di perquisizione per l’appartamento dei due.

L’operazione lampo è scattata ieri quando, con la collaborazione dei colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile e del Nucleo Cinofili di Chieti, i militari hanno bussato alla porta bloccando immediatamente uno dei due spacciatori mentre gli altri, entrati da una finestra sul retro, impedivano all’altro di tentare la fuga. Con l’aiuto dei cani Bagheera e Aaron i carabinieri hanno rinvenuto 60 grammi di hashish, 67 grammi di cocaina e circa 5000 euro in contanti, frutto probabilmente delle vendite effettuate in mattinata. In casa hanno trovato anche cinque pistole a salve e il materiale per il confezionamento. 

Per i pusher sono scattate le manette e gli arresti domiciliari, ma quando i carabinieri di Bucchianico sono tornati per un controllo hanno sorpreso i due mentre cercavano di nascondere un pezzo da 45 grammi di hashish. Nei prossimi giorni il rito per direttissima. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Boutique” dello spaccio in paese, incastrati dal fiuto dei cani: due arresti

ChietiToday è in caricamento