Lotta alla droga: arresti tra Chieti, Pescara e L'Aquila

Dieci misure cautelari per spaccio continuato e detenzione di sostanze stupefacenti tra Francavilla, Pescara, Sulmona, Penne e Scafa sono state eseguite dai carabinieri di Popoli e dalla squadra mobile di Chieti. I pusher smerciavano cocaina, hashish e metadone a Francavilla e in Valpescara

Un arresto in carcere, quattro ai domiciliari, due obblighi di dimora e quattro obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria, questo il bilancio dell'operazione 'Sinergia' condotta dai carabinieri della compagnia di Popoli, coadiuvati dai poliziotti della squadra mobile di Chieti.

Un’indagine durata 8 mesi, da gennaio a luglio 2010, periodo durante il quale le forze dell’ordine hanno tratto in arresto 8 “pusher”, sequestrato 120 grammi di cocaina, 20 grammi di hashish, 10 flaconi di metadone e 2.800 euro in contanti. L’attività investigativa avviata dal Nor di Popoli ha consentito d’individuare un traffico di cocaina avente come base di partenza la zona di Francavilla al mare e Pescara e come luoghi di smistamento e smercio al dettaglio i paesi dell’entroterra Alanno e Scafa.

L’indagine ha preso spunto dall’ipotesi di coinvolgimento di alcuni giovani della zona di Scafa e paesi limitrofi nella commercializzazione clandestina di flaconi di metadone che, dopo aver legittimamente ricevuto dal Sert di Tocco da Casauria, dove erano sottoposti a terapia, immettevano nel mercato illegale. Da qui si è poi risaliti a uno dei principali spacciatori di cocaina della zona di Scafa e comuni limitrofi, A.M., cerignolano di trent’anni. L’ultimo filone investigativo è emerso proprio durante il monitoraggio eseguito nei confronti di quest’ultimo, il quale, per approvvigionarsi di cocaina, era solito rivolgersi anche ad alcuni soggetti operanti nella zona tra Pescara e Francavilla al Mare ed in particolare a E.D.R, 55enne pregiudicato, dall’abitazione del quale, a Francavilla, erano stati sequestrati 110 grammi di cocaina.

"Anche se le indagini in corso non hanno permesso d’individuare e sequestrare alcun carico di stupefacente, ma solo un provino destinato al 55enne - ha spiegato il capitano Pasquale Del Giudice - la polizia è riuscita a risalire a P.K., cittadino albanese residente anch’egli a Francavilla al mare, quale fornitore chiave di cocaina e punto di riferimento per gli altri spacciatori".

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Lancia sassi alla ex e al nuovo fidanzato e sfonda la porta di casa: 30enne denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento