menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorelle fermate in autostrada, lanciano la cocaina dal finestrino davanti alla polizia: arrestate

Le due, originarie di Pescara, sono state fermate dalla polizia di Chieti lungo la A14 mentre viaggiavano in direzione sud, all’altezza del comune di Tollo

Due sorelle di 36 e 28 anni, originarie di Pescara, sono state arrestate per spaccio ieri pomeriggio lungo l’autostrada A14. Le due, che viaggiano in direzione sud dopo aver fatto ingresso dal casello a Dragonara, sono state fermate all’altezza del comune di Tollo dagli agenti della squadra mobile della Questura di Chieti che hanno operato assieme alla sottosezione della polizia stradale di Pescara Nord. A insospettire gli agenti durante il controllo è stato il gesto di una delle due donne che ha lanciato fuori dal finestrino dell’auto un involucro, verosimilmente contenente sostanza stupefacente, finito nella scarpata sottostante. 

Allertate le pattuglie presenti sul territorio, dalle ricerche effettuate nell’area adiacente è stato recuperato un involucro con della cocaina del peso di 55 grammi.

Le due sorelle sono state arrestate per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La donna di 36 anni è stata arrestata anche per aver violato la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Pescara alla quale era stata sottoposta precedentemente.

Naturalmente entrambe sono state sanzionate anche per aver violato la norma anti Covid ed essere uscite fuori dal proprio comune di residenza senza un giustificato motivo.   

Ora le due si trovano agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento