SS. Annunziata: nuova unità operativa di degenza contro il sovraffollamento dei reparti

Nuovi posti letto con l'istituzione dell'Unità operativa, inserita nell'atto aziendale. I gruppi consiliari Chieti per Chieti e Pd incontrano l'assessore alla Programmazione Sanitaria

All’ospedale SS. Annunziata entro pochi mesi sarà attiva la Unità operativa di degenza infermieristica con nuovi posti letto, per arginare il problema del sovraffollamento. Servirà a decongestionare appunto i reparti, accogliendo quei pazienti che, pur avendo superato la fase acuta e in condizioni stabili, hanno ancora necessità di essere monitorati prima della dimissione.

L’istituzione della nuova unità operativa è stata inserita nell'atto aziendale che la Direzione della Asl di Chieti sta completando. Nei prossimi giorni l’atto sarà presentato in Regione.

Proprio la questione del sovraffollamento dei reparti dell'ospedale di Chieti è statA oggetto di un incontro dei gruppi consiliari Chieti per Chieti e PD con l'assessore regionale alla Programmazione sanitaria Silvio Paolucci. Secondo i consiglieri Luigi Febo e Chiara Zappalorto la forte attrattività esercitata dal SS. Annunziata, per via delle alte professionalità espresse e delle numerose specialità, determina un numero di ricoveri che, in alcune circostanze, mettono in affanno le Unità operative, causando disagio ai pazienti, costretti sulle barelle e stress lavorativo agli operatori.

“Chieti rappresenta la scelta d'elezione per cittadini che risiedono anche fuori provincia – dichiarano - rendendo insufficiente la dotazione di posti letto a disposizione, ulteriormente condizionata dallo svuotamento dei Corpi C ed F che hanno determinato una compressione di attività e letti in spazi più ristretti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una soluzione al problema arriverà dunque con l'istituzione dell’Unità operativa di degenza, ispirata al criterio dell'intensità di cura e che, nelle intenzioni dell’azienda, permetterà di migliorare l'appropriatezza dell'assistenza e di decongestionare i posti letto destinati ai pazienti acuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

  • Esce ubriaco nonostante il divieto e si schianta contro una centralina dell'Enel: arrestato

Torna su
ChietiToday è in caricamento