menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorprende i ladri in casa mentre dorme, ma viene picchiato dai malviventi

L'episodio da "Arancia meccanica" a Paglieta, in un'abitazione a poca distanza dal centro del paese. La vittima è un uomo di 33 anni, che ha cercato di bloccare i banditi

Nottata da "Arancia meccanica", venerdì, a Paglieta, in un'abitazione a poca distanza dal centro del paese. Un giovane di 33 anni ha sorpreso due ladri in casa ed è stato brutalmente picchiato dai due malviventi. Un episodio che ha sconvolto la comunità, non abituata a episodi di tale violenza. 

Tutto inizia intorno alle 2 della notte tra venerdì e sabato. L'uomo dorme nel suo appartamento al piano terra, in quello al piano superiore vivono i genitori. Sente la porta di casa, pensa che si tratti del fratello rientrato a casa, ma non sente il rumore della porta chiusa a chiave, né vede accendersi alcuna luce. Così, si insospettisce e si fa coraggio per vedere chi sia entrato. 

Arrivato nel corridoio, trova due persone che, aiutandosi con la luce di una torcia, stavano cercando di rubare in casa sua. Ha cercato di bloccare i malviventi, ma è stato colpito alla testa e non è servito inseguirli fuori: le botte sono continuate con un bastone. I ladri sono riusciti a scappare a mani vuote, mentre il padrone di casa ha rimediato un trauma cranico e diversi punti in volto. 

Nel frattempo, genitori e vicini di casa si sono svegliati per il rumore e hanno dato l'allarme ai carabinieri, chiamando il 118 per il soccorso. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Atessa, coordinati dal capitano Marco Ruffini.

Secondo la testimonianza della vittima, i due banditi non sarebbero italiani. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento