Cronaca

Sopralluogo al tetto di amianto crollato: "Il materiale bagnato non rilascia fibre, nessun pericolo per la salute"

Entro 30 giorni i proprietari provvederanno alla rimozione del materiale, già coperto con un telone

Sopralluogo, questa mattina (lunedì 23 gennaio), a Lanciano, nella struttura privata di via Brescia dove, a causa del peso della neve, martedì scorso (17 gennaio) è crollato il tetto, contenente amianto. Al sopralluogo hanno partecipato l'assessore all'Ambiente Davide Caporale, Cesiano Bucci dell'ufficio igiene della Asl Lanciano Vasto Chieti, Antonio Iezzi del settore Ambiente del Comune di Lanciano, i tecnici del settore Urbanistica Roberto Ceroli e Simona Vinciguerra e i proprietari della struttura.

“Dal sopralluogo non sono emerse particolari criticità in merito al pericolo imminente per la salute pubblica, domani gli uffici comunali procederanno ad emettere apposita ordinanza contingibile ed urgente per l'immediata messa in sicurezza dell'area e la rimozione del materiale entro 30 giorni”, spieg Caporale, che ha informato puntualmente il Sindaco Mario Pupillo dell'esito del sopralluogo.

“I proprietari della struttura hanno dato la massima disponibilità ad un intervento immediato, provvedendo ad effettuare dei prelievi di materiale per le analisi del caso e assicurando la copertura con dei teloni in attesa della rimozione completa dello stesso, che dovrà avvenire necessariamente entro 30 giorni a partire da domani (martedì 24 gennaio)”, aggiunge. “Si procederà dunque allo smantellamento della copertura in amianto, già effettuato in parte dalla proprietà, per mettere in sicurezza e bonificare l'intera area: mi preme sottolineare che il materiale, non rilasciando fibre e polveri in quanto bagnato da pioggia e neve, non risulta nocivo per la salute pubblica”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sopralluogo al tetto di amianto crollato: "Il materiale bagnato non rilascia fibre, nessun pericolo per la salute"

ChietiToday è in caricamento