Cronaca Gissi

Gissi: istrice soccorso da una pattuglia del Corpo Forestale

Lo splendido esemplare di Hystrix cristata è stato trovato spaurito e debilitato in un locale adibito a rimessa. E' uno dei tanti animali selvatici messi in difficoltà dalle recenti abbondanti nevicate. Adesso è stato trasferito al Centro Recupero Fauna Selvatica di Pescara

L'impatto delle recenti e abbondanti nevicate ha creato grosse difficoltà a tanti animali, specie quelli selvatici. E' il caso di un istrice trovato a Gissi,  il quale, per sopravvivere al freddo, aveva cercato rifugio in una rimessa.

Sono stati i cittadini a segnalare la presenza del roditore al Comando Stazione del Corpo forestale dello Stato, che ha provveduto a soccorrere lo splendido esemplare spaurito, debilitato ed in evidente stato ipotermico. Non è stato facile, come raccontano i forestali, l'animale, dalla stazza consistente e una comprensibile inquietudine, è stato prelevato utilizzando una gabbia, evitando così l’uso di un sedativo che avrebbe potuto cagionargli anche danni irreversibili. E' stato poi riscaldato e alimentato con della frutta.

"Il territorio ancora completamente coperto di neve e la necessità di far riacquistare al roditore tutte le sue funzioni organiche - ha spiegato il comandate provinciale del Corpo Forestale Nevio Savini -  hanno consigliato di trasferire l’istrice al Centro Recupero Fauna Selvatica del C.F.S. di Pescara, dove gli sono state prestate le prime cure da parte di personale specializzato finalizzate al recupero della temperatura corporea. L’esemplare sarà inoltre riabilitato e tenuto in osservazione per alcuni giorni  prima di essere restituito alla vita selvatica nel territorio naturale di provenienza, visto il  forte legame che lo lega al proprio ambiente".

Non è raro in questo periodo avvistare animali selvatici che vagano lungo le strade di campagna o in prossimità dei centri abitati. "Si tratta per lo più di animali inermi - continua il dottor Savini -  molto debilitati ed in cerca di cibo, la cui presenza non deve destare preoccupazione. Il Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Chieti invita chiunque noti la presenza di animali selvatici in difficoltà a contattare il numero di emergenza ambientale 1515 del Corpo forestale dello Stato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gissi: istrice soccorso da una pattuglia del Corpo Forestale

ChietiToday è in caricamento