Cronaca

Beve una bibita e inizia a vomitare sangue: 15enne soccorso elicottero sul monte Amaro

Il ragazzo è stato imbracato e trasportato in elicottero al pronto soccorso dell’ospedale di Chieti. Fine settimana di interventi per il Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo

Salvato in elisoccorso dal Cnsas dopo essersi sentito male sul monte Amaro. È accaduto oggi, domenica 2 agosto, a un 15enne di Nettuno, partito con alcuni amici a quota 2 mila 793 metri. Una volta arrivato ai piedi del monte, dopo aver bevuto una Red Bull avrebbe iniziato a sentirsi male e a vomitare sangue.

Immediatamente gli amici hanno allertato i soccorsi: sul posto è giunto il Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo con l’elicottero del 118 e un medico che ha verificato lo stato di salute del giovane turista romano. Quindi il ragazzo è stato imbracato e trasportato in elicottero al pronto soccorso dell’ospedale di Chieti.

È stato un fine settimana ricco di interventi per il Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo: al recupero di stamattina è seguito nel pomeriggio un altro intervento per soccorrere una alpinista di 40 anni, infortunata ad un ginocchio mentre percorreva la strada ferrata che porta al Rifugio Franchetti, a quota 2 mila e 433 metri. Ieri all’alba erano stati recuperati due alpinisti romani appesi sulla parete di Pizzo Intermesoli, poi era toccato a un escursionista pugliese di 70 anni sul Monte Pizzoli, versante teatino della Majella e a una ragazza infortunatasi ad un ginocchio tra il Rifugio Franchetti e la Sella dei Due Corni, sul versante teramano del Gran Sasso. Un altro recupero è avvenuto sempre grazie alla geolocalizzazione dell’app Georesq nella zona di Sulmona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beve una bibita e inizia a vomitare sangue: 15enne soccorso elicottero sul monte Amaro

ChietiToday è in caricamento