rotate-mobile
Cronaca San Salvo

Slot machine taroccate: sequestrati quattro apparecchi a San Salvo, bar nei guai

Con una scheda aggiuntiva, le giocate non venivano comunicate al sistema telematico nazionale. I finanzieri di Chieti hanno recuperato 5mila euro all'interno degli apparecchi. Due persone sono state denunciate con l'accusa di 'frode informatica'

Le Fiamme Gialle teatine hanno sequestrato in un bar di San Salvo quattro slot machine con 5000 euro all'interno e denunciato due persone.

I macchinari, come accertato dai finanzieri, sono risultati taroccati a favore del titolare dell'esercizio commerciale: all’interno degli apparecchi, era stata occultata, in un doppio fondo posto alla base del mobile, una scheda aggiuntiva. In particolare la scheda, regolarmente connessa al sistema nazionale, era a sua volta collegata ad una seconda scheda che agiva in sostituzione di quella ufficiale: ciò permetteva al contatore installato sulla scheda ufficiale e conforme di non funzionare correttamente e i dati registrati (le giocate) non venivano comunicati al sistema telematico nazionale, permettendo così al proprietario di celare all’erario i reali introiti. Con questo stratagemma il congegno si trasformava in una macchina mostruosa “mangiasoldi” dove si potevano effettuare ingenti puntate in denaro, di gran lunga superiori a quelle previste e regolate dalla legge.

I titolari del bar sono stati denunciati alla Procura della Repubblica dell’Aquila per “frode informatica”.

Altre indagini sono in corso per verificare l'eventuale coinvolgimento di terzi e approfondire sulla posizione fiscale dei proprietari dei dispositivi da gioco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slot machine taroccate: sequestrati quattro apparecchi a San Salvo, bar nei guai

ChietiToday è in caricamento