rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Caso Simona Petaccia: il Comune di Chieti dia immediata esecuzione alla sentenza

La sentenza con la quale il Tribunale di Chieti ha condannato il Comune ad assumere la lavoratrice disabile è stata depositata ma l’iter per l’assunzione non è ancora completo

Grande scalpore ha suscitato la notizia della condanna impartita dal giudice del lavoro al Comune di Chieti per la mancata assunzione di una donna disabile e disoccupata a un concorso pubblico del 2011.

La protagonista della vicenda è Simona Petaccia, presidente della onlus Diritti Diretti. La sentenza con la quale il giudice del lavoro del Tribunale di Chieti ha condannato il Comune ad assumere quest’ultima ex legge n. 68/99 è stata depositata ma l’iter per l’assunzione non è stato completato.

Sul caso interviene oggi vicepresidente del Consiglio Comunale Alessandro Marzoli, che chiede al Comune di dare subito esecuzione alla sentenza, ristabilendo il diritto negato alla lavoratrice

“L’ immediata assunzione di Simona – spiega - è indispensabile non soltanto per rispetto della donna e della pronuncia del Tribunale, ma anche per tutelare l’ Amministrazione e quindi i cittadini di Chieti dal subire un ulteriore esborso economico che potrebbe derivare dalla mancata esecuzione e dalle conseguenti azioni risarcitorie della danneggiata”.

Il rischio è che intervenga la Corte dei Conti. Nella giornata odierna il Partito Democratico ha presentato un ordine del giorno in cui si chiede all’ Assise Civica di impegnare sindaco e giunta a dare immediata esecuzione alla sentenza 

“Le istituzioni devono garantire i diritti di tutti, in particolare se questi sono tutelati da una legge dello Stato. Se un errore è stato commesso è indispensabile porre immediatamente riparo allo stesso – conclude Marzoli -  anche perché si tratta di chiamare in servizio una lavoratrice che ne aveva il diritto e che da sempre è in prima linea con passione e dedizione per sensibilizzare politica e istituzioni al rispetto di chi vive in condizioni di disabilità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Simona Petaccia: il Comune di Chieti dia immediata esecuzione alla sentenza

ChietiToday è in caricamento