Cronaca

Sicurezza, sì al progetto di videosorveglianza a San Giovanni Teatino

La commissione scientifica della Prefettura di Chieti valuta positivamente il progetto "Città Serena" che prevede l'istallazione di almeno 14 videocamere in punti strategici. Il progetto sarà attivo e funzionante entro la fine dell'anno

San Giovanni Teatino sarà una "Città Serena". Questo il nome del progetto di videosorveglianza urbana è che ha superato brillantemente l'esame del tavolo tecnico-scientifico con esperti di tutte le forze dell'ordine e presieduto dal prefetto di Chieti Antonio Corona. Introdotto dal sindaco Luciano Marinucci, è stato Massimiliano Spadaccini, responsabile dei servizi informatici del comune di San Giovanni Teatino, a illustrare il progetto giovedì scorso in prefettura.

"Entro la fine dell'anno il nostro territorio sia presidiato da almeno 14 videocamere che saranno sistemate in punti strategici - spiega il sindaco Luciano Marinucci - . Prima però il regolamento che è pronto ma dovrà essere deliberato dal consiglio comunale nella prossima riunione. Subito dopo inizierà l'installazione. Il nostro auspicio è che la presenza di videocamere rappresenti un forte deterrente per chi voglia compiere gesti criminali e illegali sul territorio di San Giovanni Teatino".

Nei prossimi giorni il sindaco Marinucci e Spadaccini, responsabile di "Città Sicura", illustreranno alla cittadinanza le caratteristiche e le finalità del progetto . "E' l'attesa riposta ad episodi criminali, furti in abitazione, atti di vandalismo e danneggiamenti di strutture pubbliche che avevano preoccupato la cittadinanza la scorsa primavera. Città Serena - conclude il sindaco Marinucci - sarà un valido ed utile supporto all'attività delle forze dell'ordine, favorendo la percezione di sicurezza di chi vive, risiede o lavora a San Giovani Teatino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, sì al progetto di videosorveglianza a San Giovanni Teatino

ChietiToday è in caricamento