Cronaca

Sicurezza, Del Prete: "Il consigliere Palomba prende in giro i vastesi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

“E’ ora di smetterla con la demagogia spicciola. Paolo Palomba faccia i fatti. Le sue parole sembrano uscire da un vecchio disco in vinile “incantato”, come di dice da queste parti: un disco che ripete sempre la stessa frase”. Nicola Del Prete, consigliere comunale di Futuro e Libertà è indignato. “Palomba ricopre il ruolo di consigliere regionale da due mandati, sia in maggioranza che in minoranza, ha ruoli politici importanti all’interno di ciò che resta dell’Italia dei Valori. Più che invocare, come al solito, la richieste di più Carabinieri e Polizia che nessuno ascolta, farebbe bene a dire ai suoi, a Vasto, che quando in Consiglio comunale i consiglieri responsabili di opposizione portano argomenti e proposte rilevanti per la sicurezza, non farebbero male a votare quei provvedimenti. E’ solo così che si danno segnali concreti per risolvere il problema sicurezza. Abbiamo proposto in uno degli ultimi Consigli comunali, su nostra richiesta, una serie di misure per dare una risposta chiara a chi sta seminando terrore nella nostra città, soprattutto quegli stranieri senza lavoro, che affittano case senza pagarle, che rubano e rapinano le nostre famiglie, che si ubriacano in piazza e generano risse. Abbiamo proposto l’urgenza della videosorveglianza per dare a Polizia e Carabinieri uno strumento in più per poter arrestare questi malviventi. Abbiamo proposto le ronde notturne non per fare a pugni, ma per monitorare il nostro territorio, per essere d’ausilio alle forze di polizia; abbiamo invitato i cittadini a denunciare pubblicamente qualunque episodio di microcriminalità e movimenti strani nel centro storico, dove non si parla più il vastese!

L’Italia dei Valori di Palomba ha bocciato questo proposte appena enunciate ed adesso ci dice: “E' ora che le istituzioni prendano atto di quanto sta accadendo, della vera e propria emergenza, e pongano in essere delle contromisure per restituire un po' di pace e serenità ai cittadini". Quali istituzioni? Le altre? Quelle dove non c’è lui, né ci sono i suoi amici di partito? La smettesse Palomba di fare il paladino di chi viene derubato, di chi viene rapinato, di chi viene malmenato – sottolinea con tono duro Nicola Del Prete- . Facesse il suo dovere, proponendo e votando provvedimenti che vanno nella direzione da noi indicata e non si limitasse a dire che ci vogliono più carabinieri e più poliziotti. Le Forze dell’Ordine fanno abbastanza, sono poche, è vero, ma sappiamo tutti che la presenza di due Carabinieri non si risolverebbe il problema. Infatti Palomba non ha notato che il Prefetto ha disposto il rafforzamento dei servizi su questo territorio, a partire dalla sua San Salvo. Purtroppo gli alleati di Palomba, ovvero Rifondazione comunista in particolare, dicono che Vasto non è Beirut, dicono che non abbiamo bisogno di videosorveglianza o di ronde, dicono che “va tutto bene Madama la Marchesa”. E dice ancora Paloma. “Non si può risparmiare sulla sicurezza”. Come? Lui dice queste cose ed i suoi consiglieri comunali a Vasto lo smentiscono clamorosamente sostenendo che la videosorveglianza non si deve realizzare perché le casse del Comune piangono? Palomba – conclude con ironia Del Prete- tornasse a fare l’informatore medico-scientifico, è il mestiere che gli riesce meglio”. Sul fronte della sicurezza, Del Prete annuncia che alcuni consiglieri comunali di opposizione, alla luce dell’esclation della delinquenza in città, stanno preparando un nuovo articolato intervento che verrà proposto in Consiglio comunale.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Del Prete: "Il consigliere Palomba prende in giro i vastesi"

ChietiToday è in caricamento