Terrore al Campus, si denuda e si tocca davanti alle studentesse universitarie: arrestato il "molestatore seriale"

Le ragazze hanno chiesto aiuto il 112. Ai domiciliari è finito un 63enne con problemi psichici. Quando i carabinieri lo hanno individuato era seduto tranquillamente in biblioteca

Si era denudato e toccato davanti a più studentesse, finendo anche per andarle a importunare nelle loro abitazioni.

Questa mattina i carabinieri hanno arrestato “ il molestatore seriale” delle universitarie. L’incubo delle ragazze si aggirava nei pressi del campus universitario a Chieti Scalo, masturbandosi all'aperto in pieno giorno, incurante della presenza dei passanti. Questa mattina l’ennesima chiamata al 112 di una studentessa fuori sede ha fatto scattare l’intervento dei militari.

La giovane aveva chiesto aiuto perché un uomo, che già la notte precedente l’aveva importunata, si era presentato davanti alla sua abitazione, che condivide con un’altra studentessa, bussando insistentemente. Le ragazze, terrorizzate, non avevano aperto, anche perché in piena notte una delle due era stata fermata da questo signore che, con una scusa, le si era denudato davanti e “si toccava” le parti intime dopo aver chiesto insistentemente di entrare a casa. Fortunatamente la studentessa era riuscita ad allontanarsi e a rientrare nell’abitazione. L’uomo però, questa mattina, avendo ormai individuato l’appartamento delle due giovani, si è ripresentato chiedendo di entrare.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Chieti sono arrivati poco dopo che un passante, chiamato dalle ragazze, aveva messo in fuga il molestatore. Rimasti in zona, anche in virtù delle diverse segnalazioni pervenute nei giorni precedenti, sono riusciti a individuarlo. Si tratta di un pescarese di 63 anni con problemi psichici: era seduto tranquillamente al tavolino della biblioteca universitaria, dove effettivamente in breve tempo la gazzella dell’Arma lo ha rintracciato, conducendolo in caserma. 

Il sostituto procuratore della Repubblica Giuseppe Falasca ne ha disposto l’arresto per atti persecutori e violazione di domicilio. L’uomo è finito agli arresti domiciliari in una struttura di Ripa Teatina dove attualmente vive.  
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Sequestro dei macchinari dopo l'incidente mortale sul lavoro, blocco forzato alla Sevel

Torna su
ChietiToday è in caricamento