menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sgominata la banda dei furti, ladri catturati nella notte dai carabinieri di Atessa

Sgominata la banda dei furti, ladri catturati nella notte dai carabinieri di Atessa

Sgominata la banda dei furti, ladri catturati nella notte dai carabinieri di Atessa

Due romeni sono stati arrestati in flagrante a Pescara Colli mentre stavano mettendo a segno un furto dentro una villa. Le indagini continuano al fine di individuare eventuali altri complici

I Carabinieri di Atessa, questa notte, hanno tratto in arresto due romeni, ma sono in corso indagini anche su eventuali complici, responsabili di una serie di furti in abitazioni ed esercizi pubblici del chietino avvenuti nei mesi scorsi. L’attività degli uomini dell’Arma era iniziata circa due mesi fa a seguito di un furto con spaccata avvenuto ad Atessa in un esercizio commerciale della catena “Eurospin”. Nell’occasione i malviventi avevano utilizzato un carro attrezzi per sfondare la vetrina del supermercato.

Quella notte i Carabinieri, attraverso una serie di riscontri, erano riusciti a individuare un’auto, risultata di proprietà di un romeno, notata nei pressi dell’esercizio pubblico nelle ore precedenti al furto. Da quel momento, le indagini dei militari dell’Arma di Atessa, durate circa due mesi, hanno permesso di monitorare gli spostamenti di alcune persone di nazionalità romena.

Il blitz nella notte a Pescara Colli

Questa notte è scattato il blitz mentre i ladri mettevano a segno un furto all’interno di una villa ubicata a Pescara Colli. I Carabinieri di Atessa, in collaborazione con i colleghi di Pescara, hanno sorpreso i due romeni mentre trasportavano due televisori di ultima generazione all’interno di un’auto parcheggiata a circa un chilometro dalla villa presa di mira.

Alla vista dei militari sono fuggiti nelle campagne circostanti ma, dopo una serrata caccia all’uomo durata diverse ore, alle prime luci dell’alba hanno dovuto arrendersi. In manette sono finiti un 23enne e un 35enne, entrambi reclusi adesso nel carcere di Pescara su disposizione della locale autorità giudiziaria. Le indagini dei Carabinieri continuano al fine di individuare eventuali altri complici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento