Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico

Settimana mozartiana: 23.800 presenze nei salotti, ecco i numeri dell'edizione 2012

Più di 1.600 turisti si sono rivolti all'Infopoint dei Templi romani e 400 hanno visitato il museo Barbella, soprattutto statunitensi, olandesi e tedeschi. 181 musicisti professionisti, 30 figuranti e 60 allievi di conservatorio

Bilancio positivo per la settimana mozartiana, che dal 9 al 15 luglio ha animato la città. Salotti, conferenze, giochi, rievocazioni storiche. Ma anche iniziative spontanee di commercianti e ristoratori. Alcuni di questi sono stati costretti a mandare via i clienti perché avevano finito le scorte di cibo: un pienone che non si vedeva da tempo in centro storico. Ieri il sindaco Di Primio, insieme al senatore Fabrizio Di Stefano, delegato alla cultura e al maestro Luciano Pellegrino, ha presentato i numeri dei sette giorni dedicati alla musica.

In tutto 23.800 persone si sono radunate nei sette salotti allestiti in giro per la città. Il più affollato è stato quello dei grandi eventi, in piazza San Giustino: 15 mila persone hanno assistito ai cinque concerti, con una media di 3 mila persone a sera. All’antica pescheria, il salotto denominato “Primo applauso”, in 1.800 hanno ascoltato i 60 allievi dei conservatori e delle scuole di musica  della Regione per sei sere.

Pienone anche a porta Pescara, l’angolo jazz della settimana, dove 1.600 persone si sono alternate durante le quattro serate. In 800 hanno goduto del salotto del restaurato palazzo De’ Majo, che ha ospitato quattro manifestazioni. Circa 1.680 hanno ammirato la vestizione della dama in largo Vico Mercatello. In 1.400 hanno apprezzato lo spettacolo dei burattini in largo Teatro vecchio. In più, all’esibizione di Francesco Tristano in piazza Matteotti, hanno assistito 1.500 visitatori. 

A questo conto si aggiungono tutti coloro che hanno portato i loro bambini a passeggiare sul pony, alla villa comunale, i visitatori rimasti in piedi e quelli che si sono limitati a girare il centro storico senza fermarsi in nessun salotto in particolare. E 150 persone hanno partecipato alle tre conferenze organizzate in piazza Vico durante la settimana. 

La settimana mozartiana sembra piacere anche ai turisti stranieri, soprattutto statunitensi, olandesi e tedeschi. In 1.640 si sono rivolti all’Infopoint dei Tempietti romani e 400 persone hanno visitato il museo Barbella, aperto eccezionalmente per questo evento. Il bus navetta messo a disposizione dei visitatori dal piazzale del Tricalle e dal terminal ha trasportato ogni sera una media di 100 persone.  

In tutto nel corso delle sette serate si sono esibiti 181 musicisti professionisti e nelle vie del centro storico hanno sfilato 30 figuranti con abiti d’epoca di proprietà del teatro Marrucino. Per pubblicizzare l’evento il Comune ha fatto affiggere 150 manifesti 50 metri per 70 e 10 più ridotti, da 6 per 3. Tra Chieti, Francavilla e Pescara sono state distribuite 100 mila brochure con gli appuntamenti della settimana mozartiana. Ma sembra che proprio questi opuscoli, con i riferimenti esatti, abbiano creato confusione a chi aveva appreso il programma dalla stampa, dove alcuni eventi erano pubblicizzati con la data sbagliata. 

La settimana mozartiana ha avuto un boom anche sul web. 4.466 utenti hanno visitato il sito dedicato alla manifestazione cliccando su 26.652 pagine, per una media di 6 pagine a visita. L’inserzione a pagamento su Facebook, rivolta ad un target mirato di 3 milioni 456 mila persone è stata visualizzata 93.346 volte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settimana mozartiana: 23.800 presenze nei salotti, ecco i numeri dell'edizione 2012

ChietiToday è in caricamento