menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Guardia costiera sequestra reti illegali: 180 chili di pesce fresco donato in beneficenza

Gallinelle, naselli, pesce San Pietro sono stati donati ad associazioni onlus che si occupano di somministrare pasti caldi alle persone indigenti

Giorni intensi per la Guardia Costiera abruzzese e molisana, impegnata nei controlli e nei soccorsi in mare ed in spiaggia ma anche nelle attività di contrasto alla pesca abusiva.

In particolare sono state sequestrate reti da pesca illegali e relativo pescato, donato poi in beneficenza.

La motovedetta CP 292, in pattugliamento nella zona ad est della Fossa di Pomo, a circa 25 miglia dalla costa, ha fermato e sottoposto ad un controllo un motopeschereccio a bordo del quale era detenuta una rete tipo palangaro, con 1280 ami e pesi in cemento, non a norma di legge, che è stata sequestrata.

Il comandante del peschereccio è stato multato con una sanzione amministrativa pari a 2 mila euro.

Posto sotto sequestro anche il pescato rinvenuto, in particolare gallinelle, naselli, pesci San Pietro, per un totale di 180 chili. Pesce ancora fresco e di pregio che è stato donato in beneficenza ad associazioni onlus caritatevoli che si occupano di somministrare pasti caldi alle persone indigenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento