Baracca con eternit per il rimessaggio delle imbarcazioni: sequestro a Punta dell'Acquabella

La Guardia costiera a Ortona ha rinvenuto delle strutture fisse per il rimessaggio delle imbarcazioni realizzate con materiali di risulta tra cui eternit

il sequestro

La Guardia costiera e la Polizia locale di Ortona hanno sequestrato un’area abusiva adibita a rimessaggio di imbarcazioni in località Punta dell’Acquabella.

Durante un sopralluogo congiunto, a ridosso della via verde dei Trabocchi a Ortona, è stata individuata un’area di circa 360 mq a ridosso tra il demanio marittimo e il demanio pubblico della provincia di Chieti utilizzato per l’alaggio di piccole imbarcazioni. 

Nell’area venivano rinvenute delle strutture fisse per il rimessaggio delle imbarcazioni, nello specifico una baracca con tettoia e scali di alaggio, realizzate con materiali di risulta tra cui anche l’eternit, pericolosi per la pubblica incolumità e potenzialmente dannose per la salute. Nel rimessaggio oltre a vari natanti, c’erano anche tavole da surf ed una canoa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

Torna su
ChietiToday è in caricamento