rotate-mobile
Cronaca Ortona

Baracca con eternit per il rimessaggio delle imbarcazioni: sequestro a Punta dell'Acquabella

La Guardia costiera a Ortona ha rinvenuto delle strutture fisse per il rimessaggio delle imbarcazioni realizzate con materiali di risulta tra cui eternit

La Guardia costiera e la Polizia locale di Ortona hanno sequestrato un’area abusiva adibita a rimessaggio di imbarcazioni in località Punta dell’Acquabella.

Durante un sopralluogo congiunto, a ridosso della via verde dei Trabocchi a Ortona, è stata individuata un’area di circa 360 mq a ridosso tra il demanio marittimo e il demanio pubblico della provincia di Chieti utilizzato per l’alaggio di piccole imbarcazioni. 

Nell’area venivano rinvenute delle strutture fisse per il rimessaggio delle imbarcazioni, nello specifico una baracca con tettoia e scali di alaggio, realizzate con materiali di risulta tra cui anche l’eternit, pericolosi per la pubblica incolumità e potenzialmente dannose per la salute. Nel rimessaggio oltre a vari natanti, c’erano anche tavole da surf ed una canoa.

Sequestro della Guardia costiera a Ortona


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baracca con eternit per il rimessaggio delle imbarcazioni: sequestro a Punta dell'Acquabella

ChietiToday è in caricamento