Cronaca

Reddito minimo, ma riescono a comprare un immobile: sequestrati beni per 100 mila euro a una coppia

Il sequestro preventivo riguarda un'abitazione a Chieti e quattro auto a Pescara, di proprietà della coppia agli arresti domiciliari

Il sequestro preventivo di un immobile a Chieti e di quattro autovetture a Pescara, di proprietà di due coniugi agli arresti domiciliari, è stato effettuato questa mattina dal personale delle divisione polizia anticrimine della questura di Chieti. Il valore è stimato intorno ai 100 mila euro.

Il sequestro, emesso dal Tribunale dell’Aquila, scaturisce dalla proposta di applicazione di misura di prevenzione personale e patrimoniale, formulata dal questore della provincia di Chieti, nei confronti della coppia. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i coniugi, già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio contro quello di usura, si sostenterebbero grazie ai proventi di attività illecite. 

In particolare, moglie e marito, pur avendo ufficialmente un reddito complessivo piuttosto esiguo, al punto da non riuscire ad affrontare neppure a sostenere le spese di mera sussistenza, sono riusciti, tra l’altro, ad aggiudicarsi all’asta un immobile a Chieti, successivamente venduto, ricavando un guadagno di oltre il 70% dell’importo investito. Questa somma è stata poi investita per l’acquisto di un secondo immobile.

L’attività della divisione polizia anticrimine della questura prosegue in relazione all’individuazione di posizioni patrimoniali acquisite attraverso il compimento di attività illecite su tutto il territorio della provincia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito minimo, ma riescono a comprare un immobile: sequestrati beni per 100 mila euro a una coppia

ChietiToday è in caricamento