menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"C'è il mercurio nei pesci ma nessuno è colpevole"

Tutti assolti al processo sulla discarica dei veleni, Il ministro dell'Ambiente, Galletti, ha fatto sapere che il Governo ricorrerà in appello. Il Wwf: "La sentenza è uno shciaffo agli abruzzesi"

La sentenza della corte d'Assise di Chieti ha assolto tutti i 19 imputati accusati di disastro ambientale e avvelenamento delle acque. Una vicenda e un processo che farà discutere: nessuno è responsabile per la vicenda che riguarda la "più grande discarica di veleni d'Europa" come è stata definita. 

Il ministro dell'Ambiente, Galletti, ha fatto sapere che il Governo ricorrerà in appello e chiederà la condanna per i responsabili e il risarcimento per danni ambientali.

Per il Wwf, che segue il processo come persona offesa prima e parte civile dall'anno 2009, "la sentenza è un vero e proprio schiaffo agli abruzzesi: quei territori  sono stati pesantemente inquinati ed è stata messa in pericolo la salute delle popolazioni. "La sentenza emanata oggi sulla discarica di Bussi - si legge in una nota -  come è già avvenuto con l’esito del processo Eternit di poche settimane fa, è la dimostrazione che la via giudiziaria per la difesa dell’ambiente è fallimentare. E’ assolutamente necessaria una seria riforma della giustizia penale e l’approvazione dei delitti ambientali. Ancora una volta l’inquinatori sono stati assolti per prescrizione ed è stato violato il principio comunitario fondamentale comunitario di chi inquina paga".

A prescindere da qualsiasi condanna, adesso ci si aspetta che chi ha inquinato provveda a bonificare quei territori. "Il disastro vi era, vi è e non è imputabile al caso; la prescrizione, come in altri processi, cancella solo le colpe individuali" dichiarano Tommaso Navarra, legale del Wwf Italia, e Luciano di Tizio, delegato regionale  del Wwf Abruzzo, "Con serena fiducia ci aspettiamo che, chi ha cagionato colposamente il disastro, si faccia carico della bonifica. Noi ci saremo e continueremo a tutelare il nostro territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento